Ischia ha un patrimonio idrotermale tra i più antichi del mondo con ben 69 gruppi fumarolici e 29 gruppi di sorgenti termali da cui scaturiscono 103 emergenze sorgive, sparse nei circa 42 kmq del territorio isolano.
Le sorgenti ischitane, ognuna con proprietà e caratteristiche particolari, si possono dividere in MINERALI ( 2,5 a 30 grammi/litro di sali), CALDE , MOLTO CALDE, TERMALI e IPERTERMALI (dai 40 °C in su),
Esse sono cloruro sodiche (è il caso di 77 sorgive) o bicarbonato-solfato-alcaline (20 sorgenti a Casamicciola e Barano).
Le prime si dividono in : salso-solfato-alcaline (Casamicciola), salso-solfato-ferrose (Forio) e salso-iodiche. Le seconde si dividono in bicarbonato-solfate e bicarbonato-solfato-alcalino-terrose.
Le acque di Nitrodi, particolarmente curative per malattie della pelle, sono cloruro-sodiche.